vallevecchia e brussa

VALLEVECCHIA e LA BRUSSA

arrivati a Lugugnana e girando a dx verso il mare, ci si inoltra in una delle aree naturalistiche più belle e interessanti dell'Alto Adriatico: parliamo della Brussa con la sua bellissima fascia costiera naturalistica di Vallevecchia.
La Brussa è una frazione del comune di Caorle che comprende anche la località di Castello di Brussa, così chiamata per una costruzione merlata, adiacente alla strada provinciale nr 70 ed oggi è ricoperta da una rigogliosa e verde edera che le dona un fascino misterioso.
Km e Km di territorio, abitati da poco più di 400 persone.
Queste aree distano dalla sede comunale di Caorle poco più di sei km in linea d'aria, ma se vogliamo arrivarci via terra, i km da percorrere sono una trentina, data la mancanza di ponti.
L'area di Brussa è stata bonificata verso la fine degli anni '60 ed oggi si presenta come un grande paesaggio agricolo e anche in epoca recente sono emersi sul territorio diversi reperti di epoca romana.

ca corniani

CA' CORNIANI - Antico Borgo Rurale

Alla fine del 1600 la famiglia veneziana dei nobili Corniani acquistò dalla Repubblica Serenissima circa 1700 ettari di terreno compreso tra il fiume Livenza ed i canali "Livenza Morto" e Commessera: un ampio triangolo di terra che poteva avere qualche interesse economico e che in realtà non fu mai utilizzato. Fino al 1851, anno in cui il terreno fu acquistato dalle Assicurazioni Generali e in quell'anno su questo territorio si potevano censire una sola casa domenicale in mattoni e 17 piccole abitazioni per i braccianti ed in legno.
In quell'anno la nuova azienda, ancor oggi proprietaria, avviò dei grandi lavori di bonifica. Furono costruiti canali ed argini e nel 1879 entrò in funzione un grande impianto idrovoro. Iniziano a lavorare i terreni, che ancora oggi si trovano a 50 cm sotto il livello del mare e nel 1884 si registra una popolazione residente di circa 500 persone che aumenterà negli anni fino ad oltrepassare le mille unità.
Il villaggio, prima del 1900, è provvisto di uno studio medico, di una scuola e della grande cantina ancora funzionante. Agli inizi del 1900 arriva il telegrafo, novità in queste parti del Veneto.

Site Language